Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

L'uomo che non ha alcuna musica dentro di sé, che non si sente commuovere dall'armonia di dolci suoni, è nato per il tradimento, per gli inganni, per le rapine. I motivi del suo animo sono foschi come la notte: i suoi appetiti neri come l'erebo. Non vi fidate di un siffatto uomo. Ascoltate la musica. (William Shakespeare "Il mercante di Venezia")

   
sound by Jbgmusic
   
FacebookTwitterGoogleYoutubeFlickrYahoo
   

 

La stupidità umana

Il termine stupidità ha due accezioni distinte: una riguarda chi è "stupito", una condizione indotta da stupore, passività; l'altra, invece. riferita allo "stupido", cioé una condizione di "carenza" e "lentezza" nel comprendere. Lo storico Carlo Maria Cipolla, autore di un ironico saggio sulla stupidità (Allegro ma non troppo) indicava una caratteristica della stupidità in quella di causare «un danno ad un'altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita».

Generalmente «lo stupido è colui che ripete inconsciamente i propri errori, è incapace di correggerli, regolamentarsi. Non è in grado di scegliere che strada imboccare. Molti fattori del comportamento umano, intrinsecamente diversi dalla stupidità, possono contribuirvi». L'uomo stupido, quindi, «è per propria stessa natura privo di libertà. È privo della capacità di scegliere. È privo della capacità di discernere. Senza possibilità di distinguere non accumula esperienza. Di fronte ai fenomeni del mondo non sa agire, né soprattutto può interagire».

Dal punto di vista medico, uno studio dell'università inglese di Exeter ha identificato un'area nel cervello (nella regione temporale della corteccia) che si attiva per non ripetere un errore già commesso. L'ipotesi che la stupidità potesse essere connessa a una fisicità è stata confermata poiché «è stato scoperto dai ricercatori americani, un batterio chiamato ATCV-1, ribattezzato dagli stessi scienziati appunto “virus della stupidità”, in quanto è stata rilevata la sua presenza negli animali con un più basso livello intellettivo»

(fonte: Wikipedia)

 

 Le leggi fondamentali della stupidità umana

Carlo M. Cipolla

Le faccende umane si trovano per unanime consenso, in uno stato deplorevole. Questa peraltro non è una novità. Per quanto indietro si riesca a guardare, esse sono sempre state in uno stato deplorevole. Il pesante fardello di guai e miserie che gli esseri umani devono sopportare, sia come individui che come membri della società organizzata, è sostanzialmente il risultato del modo estremamente improbabile - e oserei dire stupido - in cui la vita fu organizzata sin dai suoi inizi.

Da Darwin sappiamo di condividere la nostra origine con le altre specie del regno animale e tutte le specie, si sa, dal vermiciattolo all'elefante, devono sopportare la loro dose quotidiana di tribolazioni, timori, frustrazioni, pene e avversità. Gli esseri umani, tuttavia, hanno il privilegio di doversi sobbarcare un peso aggiuntivo, una dose extra di tribolazioni quotidiane, causate da un gruppo di persone che appartengono allo stesso genere umano............

 

Aforismi

In politica la stupidità non è un handicap.
(Napoleone Bonaparte)

Se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare.
(Mark Twain)

Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai opinione.
(James Russell Lowell)

Cos'è l'infinito? Pensa all'umana stupidità.
(Bertrand Russell)

Un cretino è un cretino. Due cretini sono due cretini. Diecimila cretini sono un partito politico.
(Franz Kafka)

Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
(Bertrand Russell)

Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.
(Albert Einstein)

Il sogno della democrazia è di innalzare il proletario al livello di stupidità raggiunto dai borghesi.
(Gustave Flaubert)

Il dramma della nostra epoca è che la stupidità si è messa a pensare.
(Jean Cocteau)

Il saggio sa di essere stupido, è lo stupido invece che crede di essere saggio.
(William Shakespeare)

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.
(Woody Allen)

La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha dei limiti.
(Anonimo)

La stupidità è spesso ornamento della bellezza: dà agli occhi quella limpidezza tetra degli stagni nerastri e la calma oleosa dei mari tropicali.
(C. Baudelaire)

Niente è più pericoloso di uno stupido che afferra un'idea, il che succede con una frequenza preoccupante. Se uno stupido afferra un'idea, è fatto: su quella costruirà un sistema e obbligherà gli altri a condividerlo.
(Ennio Flaiano)

Non è difficile essere scemi. La storia è piena di esempi incoraggianti.
(F. Kafka)

Nella vita attuale il mondo appartiene solo agli stupidi, agli insensibili e agli agitati. Il diritto a vivere e trionfare oggi si conquista quasi con gli stessi requisiti con cui si ottiene il ricovero in manicomio: l’incapacità di pensare, l’amoralità e l’ipereccitazione.
(Fernando Pessoa)

Per perdere la testa, bisogna averne una!
(Albert Einstein)

Un'idea morta produce più fanatismo di un'idea viva; anzi, soltanto quella morta ne produce. Poiché gli stupidi, come i corvi, sentono solo le cose morte.
(Leonardo Sciascia)

Un imbecille non si annoia mai: contempla.
(R. de Gourmont)

Quando avrete abbattuto l'ultimo albero, quando avrete pescato l'ultimo pesce, quando avrete inquinato l'ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro.
(Proverbio Indiano)

Quelli che appaiono saggi in mezzo agli stupidi, in mezzo ai saggi appaiono stupidi.
(Marco Fabio Quintiliano)

Si può essere saggio solo alla condizione di vivere in un mondo di stolti.
(Arthur Schopenhauer)

E' certamente meglio essere che sembrare, mentre nella stupidità è meglio sembrare che essere.
(Anonimo)

La stupidità deriva dall'avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall'avere, per ogni cosa, una domanda.
[Milan Kundera)

Lo stupido è insidiosissimo. L’imbecille lo riconosci subito (per non parlare del cretino), mentre lo stupido ragiona quasi come te, salvo uno scarto infinitesimale.
(umberto Eco)

Il popolo ascolta avidamente, occhi verso l’alto e bocca aperta, crede quel che gli piace, e meno capisce, più ammira.
(Jean de La Bruyère)

Lo stupido ti trascina verso il basso per batterti con le sue stesse armi.
(Friedrich Nietzsche)

Io rispetto molto la stupidità umana. È la sola cosa che mi da un’idea dell’eternità.
(Voltaire)

Non esiste altro peccato che la stupidità.
(Oscar Wilde)

Solo una cosa mi meraviglia più della stupidità con cui la maggior parte degli uomini vive la propria vita: è l’intelligenza che c’è in questa stupidità.
(Fernando Pessoa)

Due cose mi hanno sempre sorpreso: l’intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini.
(Tristan Bernard)

La stupidità umana è eterna. Tutte le volte che Socrate rinascerà, sarà condannato.
(Émile-Auguste Chartier)

La stupidità è il motore del mondo. I politici, gli uomini di marketing, i religiosi, i personaggi dello spettacolo, campano tutti, chi più chi meno, sulla stupidità umana.
(Luciano De Crescenzo)

È meglio tenere la bocca chiusa e lasciare che le persone pensino che sei uno sciocco piuttosto che aprirla e togliere ogni dubbio.
(Mark Twain)

Uno stupido ha un occhio solo: è sempre sicuro di sé, non ha controversie, non è diviso.
(Osho)

La stupidità parla, la vanità agisce.
(Victor Hugo)

Parla in modo sensato a uno stolto e ti chiamerà stupido.
(Euripide)

Lo stupido ha un grande vantaggio sull’uomo di ingegno: è sempre contento di sé stesso.
(Honoré De Balzac)

Tre cose occorrono per essere felici: essere imbecilli, essere egoisti e avere una buona salute; ma se vi manca la prima, tutto è finito.
(Gustave Flaubert)

Il dramma della nostra epoca è che la stupidità si è messa a pensare.
(Jean Cocteau)

Il più intelligente cede. Su questa triste verità si basa il dominio mondiale della stupidità.
(Marie Von Ebner Eschenbach)

 

   
© Copyright 2013 mmontemurro.it Tutti i diritti riservati