Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

L'uomo che non ha alcuna musica dentro di sé, che non si sente commuovere dall'armonia di dolci suoni, è nato per il tradimento, per gli inganni, per le rapine. I motivi del suo animo sono foschi come la notte: i suoi appetiti neri come l'erebo. Non vi fidate di un siffatto uomo. Ascoltate la musica. (William Shakespeare "Il mercante di Venezia")

   
sound by Jbgmusic
   
FacebookTwitterGoogleYoutubeFlickrYahoo
   

Riflessioni sulla scuola 

 

 

Siamo tutti Edipo

Riflessioni sul mito fondamentale della psicoanalisi

 

Il Desiderio e Lacan

 

   
© Copyright 2013 mmontemurro.it Tutti i diritti riservati